Designed by Veethemes.com | Distributed By Blogger Templates

Finitum non est capax infiniti

Ciò che è finito non può contenere qualcosa di infinito.
Anche se, ecco, gli stessi teologi hanno posto delle obiezioni a riguardo.
E' la prima volta che scrivo un articolo senza sapere esattamente da dove cominciare piuttosto che come e dove finire.
Partirò dalle basi.
Mi chiamo Elena Clara Maria, ho 20 anni e 11 giorni. Sono un essere umano finito eppure non conosco ancora bene i miei confini. So che posso provare sentimenti forti, so che posso sentirmi un tutt'uno con altri esseri umani attraverso legami forti. So che, nel corso della mia vita, potrò immagazzinare più di un terabyte di informazioni. So che siamo animali razionali e sociali e gran parte di quello che ci rende uomini e donne, gran parte di ciò che ci definisce, è collegato alle relazioni che costruiamo durante la nostra vita. So che la rottura, la perdita e la modifica di una relazione possono cambiare il modo in cui ci definiamo. So che le rotture improvvise, o le rotture delle relazioni più importanti, quelle con cui ci siamo definiti per un tempo finito ma infinito, possono farci dimenticare tutto quello che ho appena detto. So che davanti ai grandi dolori non esiste spazio per la parola. Ne ho catalogate tante, attraverso la mia passione per la linguistica. Ma nessuna funziona. Non puoi spiegare a parole quel dolore che ti svuota, che ti immobilizza, che ti rende muto.
E di conseguenza non sono qui per parlarvi del mio.
Sono qui per dirvi che può capitare di sentirsi disorientati, spaventati, sbiaditi, impotenti, piccoli.
Che i cambiamenti, i grandi cambiamenti, spaventano, ma siamo noi a decidere se lasciarci o meno definire dalla paura.

Un po' di tempo fa una persona mi ha ricordato che se siamo qui è grazie all'asimmetria più fruttuosa della storia, e tutte le volte che mi sento un miscuglio disordinato ci penso e sorrido.

Vi lascio qui uno dei discorsi a cui sono più affezionata, parla più di quanto non riesca a fare io.
Buonanotte.

https://www.youtube.com/watch?v=c62Aqdlzvqk


0 commenti:

Posta un commento