Designed by Veethemes.com | Distributed By Blogger Templates

The Storyteller Project


Non sono mai stata una bambina sportiva. Probabilmente è nato tutto da questo. Non mi sono mai piaciuti gli sport o i giochi di squadra o i giochi che coinvolgono oggetti sferici rotanti e non mi è mai piaciuto troppo fare il bagno da che una piccola me piangente in un pomeriggio di sole si sentì dire "non ci sono meduse Elenina vai in acqua tranquilla e non piangere più, prendi la tua tavoletta" e fu tirata a riva grazie al filo della suddetta tavoletta dopo l'arrivo dell'acquario di Genova. Insomma che tra imbranataggine, introversione e invasione di meduse dai sei anni in poi ho passato le mie estati al mare sul bagnasciuga a raccogliere tutte le pietrine colorate e luccicanti che trovavo nell'immensa distesa di sassi che era la spiaggia di Lavagna. Prendevo le mie ciabattine e tornavo con al mio seguito bicchieri, vasi, scatole piene di queste pietrine colorate, che altro non erano che cocci di bottiglia smussati dalle onde. Rifiuti a tutti gli effetti, che i miei occhi di bambina vedevano come pietre preziose, tesori portati dal mare. Quando scoprii che un tempo facevano parte di bottiglie, ai miei occhi diventarono ancora più belli. Bottiglie...magari con un messaggio, magari con una storia, provenienti da chissà dove. 




Negli anni i miei occhi hanno perso un po' di questa poesia quotidiana, ma capita che ogni tanto se ne ricordino. 
Poco dopo essere tornata dal mio viaggio nel deserto desideravo portare con me quella sabbia che per me aveva significato tanto e donarla a mia volta a chi significava tanto per me. E così a Marzo 2014 creai le prime botticine e le prime collane. Ne feci una decina, e un'altra decina rimaneva vuota ad aspettare una storia, un'idea che la riempisse. 
Il 21 Aprile, Lunedì di Pasquetta, andai a fare una scampagnata in compagnia di amici e raccolsi dei fiori lungo il sentiero. Una volta portati a casa, li feci seccare e dopo qualche giorno...idea.
Fiori in bottiglia. Storie in bottiglia. Dei messages in a bottle diversi dal solito. Per portare un po' di poesia ovunque nel mondo. E così nacque The Storyteller Project.

Le prime tre boccettine.
Daisy, Into the Wild, Forget me not.


Ogni essere umano è unico e irriproducibile ed ognuno di noi ha una storia diversa, un vissuto che è una combinazione di eventi unica che non potrà mai riprodursi allo stesso modo. 
Allo stesso modo nessun fiore è perfettamente identico ad un altro della stessa varietà e nessuna combinazione di fiori può quindi essere riprodotta perfettamente.
Questa era la premessa al mio progetto. Volevo realizzare dei pezzi unici che potessero parlare e raccontare la storia di una persona. 

Aprii una pagina instagram dove pubblicare le mie creazioni e parlare della mia idea, del mio progetto, e subito ebbi un grande riscontro positivo, sia online sia tra amici e conoscenti.

Il 21 di settembre, un giorno dopo il mio compleanno, aprii un primo sito per la compravendita online, thestorytellershop.storenvy.com, ma dopo esattamente un mese mi spostai su etsy, la piattaforma online dedicata al vintage e alle creazioni artigianali.

Mai avrei pensato che oltre a raccontare storie con le mie mani sarei riuscita ad incrociarne così tante mentre scrivevo la mia.

Oggi ho deciso di condividere con voi dieci storie che ho cercato di mettere in bottiglia, che ora appartengono a dieci persone il cui cammino ha incrociato il mio.

1. Noemi è una ragazza che in questo momento si trova in Africa come volontaria. Quest'anno, prima di partire, mi ha chiesto se fossi in grado di creare una botticina ispirata alla sua terra. Perché non ci è nata, e non ci vive, ma il suo cuore risiede lì, e appena può lei corre a trovarlo. 
Dentro la sua botticina ho inserito della sabbia raccolta proprio in Africa da me, durante il viaggio nel deserto di cui vi ho parlato sopra, e una pergamena con scritto "rodina", una parola russa intraducibile che significa "paese che amo di più e a cui sento di appartenere dal più profondo del cuore" e "Milele Tanzania yangu", "Tanzania sempre nel cuore": una frase che dice tanto di Noemi, del suo cuore e della sua storia. 
Vi lascio qualche pezzetto di lei e di me. 


"Ricordo l'attimo in cui ho pensato che avrei potuto vivere in Africa per sempre cosa di cui sono ancora convinta.
L'emozione mi penetrava il cuore come un ago trafiggendomi senza via di scampo.
L'Africa mi ha rapita e schiacciata.
È rimasta nei miei occhi, e il suo odore acre e pungente mi solletica la gola in un concentrato di sentimento rimescolati. 
Tutto di me anche la pelle sa di Africa."




2. Veronica ha una sorella e lo vuole raccontare così.

"Io e mia sorella siamo due personalità molto contrastanti...per anni non siamo riuscite a comunicare a parole dette e scritte ...quando ci siamo accorte che erano i gesti, i pensieri, le "coincidenze" di indossare sempre gli stessi colori negli stessi giorni ad avvicinarci...beh abbiamo abbandonato le parole! per qualcosa che va tanto più a fondo! per questo ho trovato le tue creazioni esattamente quello che intendo per una "non comunicazione a parole" che rappresentano il nostro rapporto. L'idea era quella di farne una per me e una per lei che in un certo senso potessero essere "complementari! Ad entrambe noi piacciono i colori tenui sul rosa/azzurro...credi sia possibile trovare il modo di inserire in una botticina un fiore senza un petalo e lasciare il petalo mancante nell'altra e viceversa? Volevo regalarle qualcosa che rappresenti noi...e questo piccolo vetrino pieno di bellissime cose una volta molto profumate mi sembra fatto apposta per noi!! Ah...complimenti, sembrano fatti con tantissimo amore i tuoi oggetti! e questo è emozionante..."

Sorelle.


3. Lori vive in Albania e ha saputo delle mie botticine grazie a Facebook. Mi ha contattata chiedendomi se fossi in grado di realizzare una collana che aveva visto quando era piccola su un'altra ragazzina. Aveva solo 7 anni allora, ma si era innamorata di questa botticina con dentro una pergamena avvolta in un nastro rosso, l'aveva sempre cercata nei negozi, ma invano.
Io ho avuto la fortuna di essere riuscita a fargliela trovare.
All'interno Lori ha voluto racchiudere tutto ciò che per lei è importante, scrivendolo ai vertici di un triangolo. 
Dio, la sua famiglia e il suo fidanzato.

Frozen in time - Una botticina che viaggia nel tempo


4. David abita in Texas. E' un papà, e sua figlia Emma gli ha mostrato le mie creazioni. Vuole che questo Natale sia speciale per lei.


David mi ha parlato dei gusti di Emma, di cosa le piace fare e di quali sono i suoi colori preferiti.
E del suo amore per lei. Io ho fatto del mio meglio per metterlo qui dentro.

Un cuore di carta tra i fiori che dice "Love always, Daddy"


5. La nonna di Adriana non voleva una bomboniera come tutte le altre. Per cui quest'anno, una mia botticina è finita ad un matrimonio, piena di fiori e mentre recitava "Michele e Simona sposi, 27 giugno 2015". 


E ora viaggia con loro.


6. Silvia voleva fare un regalo speciale alla sua mamma per i suoi 50 anni il 23 novembre scorso.

"Vorrei farle capire quanto è importante per me e mio fratello e quanto le vogliamo bene e apprezziamo tutto ciò che fa per noi, tutti i sacrifici che ha fatto. C'è una bellissima canzone di Selah Sue che s'intitola Mommy e che esprime perfettamente tutto ciò che le vorrei dire. Mi farebbe piacere se in qualche modo riuscissi ad inserire la canzone o qualche frase"

Dentro alla botticina un cuore di carta dice "your voice is everything we need."
La busta recita una strofa della canzone e porta sul retro la scritta "mommy", ricamata con un filo blu.


7. Eva è olandese e la sua amica Sosha sta per tornare a casa dopo un periodo di studio all'estero. Vuole qualcosa che leghi ancora di più lei e la sua migliore amica, due botticine che parlino delle loro personalità affini.

Eva

Sosha




8. Maria abita in Cile e sta per compiere 19 anni. Siamo amiche di penna da qualche tempo e per un periodo ogni giorno, su what's app, o su skype, mi ha raccontato della sua giornata. Nonostante le 6 ore di fuso orario di differenza riusciamo a tenerci in contatto. Capita che alle 2-3 del mattino per lei, mentre io sono sul treno e sto andando a dare un esame, lei mi scriva per dirmi "buona fortuna". Ho fatto una promessa a Maria poco tempo fa e ho deciso di regalarle una botticina che gliela ricordasse. 
L'ho inserita in una scatola insieme a 18 altri regali. 

La botticina recita "A promise."







9. Elena è una mia omonima che si è da poco trasferita in Norvegia dalla Malaysia per proseguire i suoi studi. Voleva qualcosa che le ricordasse di sognare ad occhi aperti, dovunque andasse. 








Per cui, seppur con qualche fatica in più, le mie botticine sono arrivate anche in Malaysia. :)


10. Ultima ma non meno importante. Ghaneema è una blogger amante del rosa con un gusto impeccabile ed è stata la prima persona ad effettuare un acquisto quando ho aperto il negozio online su Etsy.
Mi ordinò due botticina e una treasure box, una scatola con contenuto a sorpresa. Qui trovate una piccola anteprima del suo contenuto. 
Oggi tutto questo è in Kuwait.
Treasure box (sold out at the moment)


Cosa dire...ripercorrere queste storie mi ha ricordato che sto per raggiungere un mio primo piccolo traguardo: a breve avrò realizzato 100 botticine esatte.
100 botticine che parlano, viaggiano e raccontano storie in ogni angolo della terra.
E un progetto che mi sta dando soddisfazioni non qualificabili con un numero, perché sapere che grazie a piattaforme come Instagram e Etsy il mio progetto sta arrivando in tutto il mondo è qualcosa di troppo grande per me e perché io lo classifichi con un semplice numero.
Ad oggi ho spedito in tutti e cinque i continenti e ho conosciuto persone che mi hanno lasciato qualcosa di loro: dalle loro emozioni, ai loro gusti, alle loro storie, alle loro passioni. 
E mi hanno resa una persona più ricca.
Ho anche fatto amicizie. 
E a volte sono riuscita a creare qualcosa che ne ha consolidate altre.

E quando ci penso, io sono felice.




7 commenti:

  1. Che storie meravigliose e sai che l'idea delle botticine come bomboniere è bellissima?
    E comunque una contenente un sorriso sta a Palermo, almeno per il momento, da Novembre sarà con me in un'altra città d'Italia :) a breve scopriremo quale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono tanto contenta che lo pensi perché è stato un esperimento! Devo dire che però il risultato mi è piaciuto molto e anche gli sposi hanno apprezzato!
      Non vedo l'ora di sapere in quali altre città andrai a regalare sorrisi portando un sorriso che è anche un po' mio. Ciao tesoro :)

      Elimina
  2. Che post fantastico!!!!!!!!!!!! Bello, bello, bello. Le bomboniere sono favolose. Buon ferragosto
    Emi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Emi, detto da te che sei una vera creativa è davvero un bel complimento. Le tue creazioni sono meravigliose! Buon ferragosto a te, bacioni :*

      Elimina
  3. wow che meraviglia queste botticine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara :) un bacio e buon Ferragosto!

      Elimina